Vacche intoccabili a Cotronei

L'eurodeputato Arlacchi si attiva presso l'Ue per fronteggiare l'arroganza degli allevatori

Il Quotidiano della Calabria, 5 giu. 2011

di Giacinto Carvelli

COTRONEI - Non c’è pace tra gli ulivi (ma neanche negli altri terreni coltivati), da qualche anno, a Cotronei, popoloso comune del Marchesato crotonese. Le ragioni stanno nel fatto che alcuni allevatori, infischiandosene di divieti e di leggi, continuo a reiterare un reato che, se in altre parti d’Italia sembra ormai in disuso, a Cotronei, ed in particolare nella zona di Rivioti, sembra non sia possibile estirpare: il pascolo abusivo. I proprietari di fondi agricoli della zona, sono letteralmente esasperati, visto che capre, pecore, vacche ed altri animali invadono i loro fondi facendo razzia e provocando loro ingenti danni. Una situazione, questa, che è a conoscenza di tutte le autorità preposte, ma nonostante tutto, non si riesce a risolvere, con la conseguenza che l’esasperazione spesso trascende in liti che, in qualche occasione, solo per poco non sono sfociate in tragedie. Provate tutte le strade che prevede la legislazione nazionale, adesso gli allevatori si rivolgono all’Europa. In una sua recente visita a Cotronei, l'eurodeputato Pd per l'Italia del Sud, Pino Arlacchi, si è fatto carico del problema proponendo un’apposita interpellanza.

Leggi tutto...
 

Pascolo abusivo, interviene l'Ue

 La Gazzetta del Sud, 5 giu. 2011

Critiche alle forze dell'ordine e alle istituzioni ritenute "assenti"

Cotronei - Arriva addirittura a livello d'interlocuzione europea l'annosa vicenda del pascolo abusivo che, ormai da decenni, assilla i proprietari dei fondi agricoli di località Rivioti costretti a subire la privazione del diritto di proprietà sui loro terreni, sistematicamente invasi da capi di bestiame bovini ed ovini nonostante recinzioni e cancelli.
Sul fenomeno si registra infatti una dura presa di posizione dell'eurodeputato del Partito democratico per l'Italia del Sud, Pino Arlacchi, che annuncia un suo prossimo intervento presso l'Unione europea «per far intervenire d'urgenza l'Olaf, il servizio di repressione degli abusi dei fondi europei», ed una sua richiesta d'incontro al prefetto di Crotone, «per chiedere conto dei comportamenti delle forze dell'ordine riguardo all'intera questione».

Leggi tutto...
 

Arlacchi: "Basta fondi europei per vacche sacre"

ANSA - Cotronei (Crotone), 4 giu. 2011 - ''La prepotenza di un paio di piccoli delinquenti che fanno scorazzare il loro bestiame distruggendo diritti e cose altrui nel territorio di Cotronei, in provincia di Crotone, deve cessare''. Lo afferma in una nota l'eurodeputato Pd per l'Italia del Sud, Pino Arlacchi, calabrese di nascita.

Leggi tutto...
 

Strane proposte all’ombra di 800 miliardi di dollari

La voce della Russia, 3 giu.2011

Viktor Ivanov, capo dell’Agenzia antidroga della Russia, ha detto che il rapporto con cui le Nazioni propongono la liberalizzazione delle droghe per nascondere il proprio fallimento rappresenta un incoraggiamento ai baroni della droga. Il traffico degli stupefacenti rappresenta un business di 800 miliardi di dollari e questo spiega tante cose.

Stupisce pero’ che fra i firmatari del documento vi siano parecchi ex, fra cui Kofi Annan e gli ex presidenti di Messico, Colombia e Brasile.

Leggi tutto...
 

Legalità: assegnati premi Losardo in Calabria

(ANSA) - Fuscaldo (Cosenza), 5 giu. 2011- Sono stati consegnati ieri sera a Fuscaldo i premi Losardo, assegnati dalla giuria internazionale presieduta dall'europarlamentare del Pd, professor Pino Arlacchi.
Il riconoscimento, dedicato ai temi della legalita' e della lotta alla mafia, e' intitolato al consigliere comunale del Pci di Cetraro e segretario della Procura di Paola ucciso dalla 'ndrangheta il 21 giugno del 1980.

Leggi tutto...
 

Afghanistan, Arlacchi: "Cooperazione italiana a Kabul è un esempio"

(AGI) - Bruxelles, 31 mag. 2011 - L'attacco dei ribelli afghani alla base di Herat e' particolarmente grave perche' i soldati e i civili italiani si stanno distinguendo nel processo di pace nel Paese asiatico. E' la convinzione di Pino Arlacchi, presidente del gruppo europarlamentari per l'Afghanistan, che da Bruxelles commenta l'attacco talebano al Provincial reconstruction team (Prt) che ieri ha causato il ferimento di cinque soldati. "L'Italia sta facendo un eccellente lavoro nel Paese - dice Arlacchi - e la Cooperazione e' un esempio brillante di efficienza e tempestivita' per tutto il mondo. Con poche risorse sono stati completati in tempi rapidi progetti importanti: ospedali, unita' pediatriche, stazioni di polizia e strade". "La nostra rappresentanza riesce a fare bene quello che altri fanno con maggiore fatica", continua il parlamentare, calcolando che gran parte degli aiuti internazionali vanno perduti.

Leggi tutto...
 

Afghanistan: Arlacchi a Radio Capital

Afghanistan, Arlacchi: "I nostri soldati portano a termine una serie di progetti che hanno a che fare con i bisogni più immediati della popolazione"

Radio Capital, 31 mag. 2011

Servizio di Valerio Grechi

E' fuori pericolo il militare italiano colpito nell'attacco kamikaze a Herat, in Afghanistan, anche se rimane in condizioni molto gravi... meno serie le condizioni degli altri 4 italiani feriti. Obiettivo dei talebani la sede del Gruppo di ricostruzione provinciale gestito dalla nostra cooperazione. Quali sono le attività svolte? Lo abbiamo chiesto a Pino Arlacchi, parlamentare europeo.

Leggi tutto...
 

Libia, Arlacchi: "Emendamento Gualtieri in linea con posizione ONU"

Agenparl, 12 mag.2011

Strasburgo,  «L’emendamento Gualtieri sul cessate il fuoco in Libia approvato dall’Europarlamento è in linea con la posizione ONU. Il segretario generale Ban Ki Moon ha appena invitato le forze combattenti a cessare il fuoco ed iniziare una soluzione negoziata del conflitto», dichiara in una nota Pino Arlacchi, europarlamentare PD ed ex vice-segretario generale ONU.

Leggi tutto...
 

No-nonsense MEP

EuropeanVoice.com

11 November 2010

Italian MEP pulls no punches in Afghanistan report.

Pino Arlacchi is a liberal Italian MEP who arrived at the European Parliament last year with an extraordinary record of achievements.

He is a sociologist specialising in the study of organised crime who in the 1980s began looking at the mafia in his native Calabria and has since studied their habits in Sicily and elsewhere (including a book on why the mafia is not in Sardinia).

Leggi tutto...
 

Mafia, Arlacchi: le mie dichiarazioni sulla vicenda Ciancimino

"L'avevo detto" non è mai elegante, ma credo sia giusto per i lettori del sito avere a disposizione le mie dichiarazioni (che risalgono a poco più di un anno fa) sulla vicenda Ciancimino.
Ho ricevuto qualche attacco per questi miei commenti, ma credo sia stato giusto farli, visti i danni che i creatori di Ciancimino icona dell’antimafia hanno fatto e continuano a fare alla lotta contro Cosa Nostra.

Leggi tutto...
 


Pagina 31 di 37
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: "La proposta Tsipras sul taglio del debito non è irrealistica"

Roma, 5 gen. 2015 La proposta Tsipras sul taglio del debito greco non è irrealistica né populistica: è invece l'unica di...

Articoli | 06 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 210 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info