Articles


Fallimento magno greco

E-mail Print PDF

Corriere della Calabria, 4 luglio 2013

Progetto Magna Graecia, Arlacchi: "La Regione? Nemmeno un euro"

Intervista di Antonio Ricchio

Pino Arlacchi, lei è un eurodeputato calabrese. Che idea si è fatto della decisione assunta da governo e Commissione europea di istituire una task-force per sovraintendere alla spesa dei fondi comunitari destinati alla Calabria? Si potrebbe dire che l’inversione di rotta promessa dal centrodestra dopo la vittoria alle regionali del 2010 è rimasta solo un annuncio...
«È evidente che siamo in una situazione quasi disastrosa. Basti pensare che la Calabria riesce a spendere soltanto il 20% dei fondi che arrivano da Bruxelles rispetto a una media nazionale pari al 50%. Mancano i progetti e sono completamente assenti le Istituzioni, a cominciare dalle amministrazioni locali fino a quella regionale, senza escludere le università ed altri attori che potrebbero dare un contributo notevole. Nel Meridione, solo Puglia e Basilicata riescono a garantire una capacità di spesa quasi pari a quella delle regioni settentrionali. E nonostante tutto la Commissione europea ha deciso di riconfermare, anche per regioni come Calabria, Campania e Sicilia, la stessa cifra per la prossima programmazione, quella 2014-2020».

Read more...
 

Porti, fare sistema per rilanciare l'industria italiana

E-mail Print PDF

Avvenire.it, 28 giu. 2013

Pino Arlacchi: "La free zone è una carta vincente"

C'è un progetto per portare Gioia Tauro in Italia, ma manca lo Stato: «Noi possiamo creare un porto che non si limiti a trasbordare i container da una nave all’altra e la Calabria può fare una legge, ma a Roma chi si assume la responsabilità di decidere?». Ruvidezza teutonica della presidente di Contship, l’italianissima Cecilia Battistello, maritata Eckelmann. Lui, Thomas, guida la Eurokai, cinque generazioni di terminalisti: quando i bersaglieri entravano a Porta Pia gli Eckelmann già controllavano i traffici sull’Elba. È l’unico tedesco ad aver investito centinaia di milioni nella portualità italiana e noi l’abbiamo nominato commendatore. Lei, la "signora dello shipping" in questi giorni ha riunito sulla costa tirrenica i maggiori operatori della logistica e ha annunciato che costituirà una task force per promuovere una Zona economica speciale (Zes) a Gioia Tauro. L’obiettivo è aprire un tavolo con Palazzo Chigi.

Read more...
 

Fondi europei gestiti dai comuni: la proposta di Arlacchi

E-mail Print PDF

Calabria Ora, 1 lug. 2013

BAGNABA CALABRA - «Cercherò di sviluppare un dialogo e fare tutto quello che mi è possibile, ma attenzione io non sono quello che decide, non sono il commissario europeo per la pesca nè l'assessore regionale, quindi non ho le chiavi per dirvi adesso vi do le reti...vi do i cambiamenti...vi do le risorse alternative di cui avete bisogno, perchè quel genere di politica non mi compete, ma vi darò il mio massimo impegno per risolvere i vostri problemi perchè mi toccano molto sul piano personale, ma questa battaglia dobbiamo farla tutti insieme». Queste le parole di Pino Arlacchi, menbro del gruppo dell'alleanza progressista dei socialisti e democratici al Parlamento europeo, intervenuto a Bagnara all'incontro organizzato dal circolo locale del Partito democratico, in collaborazione con i Giovani Democratici e il gruppo dei Socialisti e Democratici reggini, per parlare di "Risorse Europee e Risorse locali per lo sviluppo della Calabra".

Read more...
 

Il Pd cinquefrondese incontra Pino Arlacchi per parlare di territori

E-mail Print PDF

Sul tavolo i temi caldi della Piana di Gioia

Il Quotidiano della Calabria, 1 luglio 2013

Cinquefrondi - Il circolo cinquefrondese del Pd ha incontrato, nei giorni scorsi, Pino Arlacchi per affrontare i problemi del territorio.
Questo, quanto reso noto dal consigliere comunale di minoranza e segretario della locale sezione Pd, Michele Galimi, il quale ha interessato l'europarlamentare dei problemi della Piana: il Porto di Gioia Tauro, la diga di Galatro, le linee Taurensi, e la carenza
di lavoro.

Read more...
 

Premio Losardo, Arlacchi: "Serve ricordare che la 'ndrangheta è un problema di tutti"

E-mail Print PDF

TG2, 23 giu. 2013, Servizio di Mara Martelli

"Undicesima edizione del Premio intitolato a Giovanni Losardo: anche quest'anno, al centro della manifestazione, patrocinata dal Parlamento europeo, i temi della legalità e dell'impegno sociale".

"Serve ricordare che la 'ndrangheta è un problema di tutti", ricorda Pino Arlacchi,  presidente onorario del Premio.

 

 

Spreco fondi europei. L'attacco di Arlacchi alla giunta regionale

E-mail Print PDF

L'europarlamentare all'iniziativa del Pd chiede progetti per il porto e il territorio

Calabria Ora,  24 giu.2013

di Domenico Mammola

L'ultimo treno per la Piana si chiama Europa. Non ha dubbi Pino Arlacchi, eurodeputato del Pd, nel descrivere le prospettive del comprensorio degli ulivi. Nel corso di una iniziativa a Bagnara, organizzata dalla sezione locale guidata da Giusy Versace e
dai Giovani Democratici di Nino Castorina, c'erano tantissimi dirigenti democratici pianigiani ed il professore prestato alla politica ha parlato molto del porto gioiese e delle possibilità di sviluppo.
«Quando guardo le statistiche relative al Pil calabrese e vedo la curva in discesa ha spiegato Arlacchi non posso che provare un moto di rabbia. Dall'Ue arrivano centinaia di milioni di euro e non si riesce a spenderli, per gravi incapacità di questo governo regionale che non impiega neppure il 2o% del plafond».
Su Gioia Tauro l'europarlamentare ha parlato chiaramente di «risorsa italiana e per tutto il Mediterraneo.

Read more...
 

Pd a convegno a Bagnara, Arlacchi «La Calabria può voltare pagina»

E-mail Print PDF

Al centro del dibattito distribuzione e gestione dei fondi europei

Il Quotidiano della Calabria, 23 giu. 2013

di Vera Barilà

BAGNARA - « Abbiamo tutte le risorse possibili per consentire alla Calabria di voltare pagina». Ha esordito così Pino
Arlacchi all’incontro organizzato dal circolo bagnarese del Pd in collaborazione con i gruppi reggini Giovani Democratici e Socialisti & Democratici.

Read more...
 

Stasera l’appuntamento con il premio cetrarese

E-mail Print PDF

Il Quotidiano della Calabria, 22 giu. 2013

CETRARO – Questa sera l'appuntamento è con il premio internazionale Losardo. Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, ha concesso come è noto il patrocinio, conferendo all'evento un ulteriore grado di importanza. Schulz ha confermato tale
volontà con un lettera inviata all'europarlamentare Pino Arlacchi. «Lo scopo del vostro evento – scrive Schultz –che consegna riconoscimenti a persone impegnate nella promozione della cultura della legalità, collima fortemente con il Parlamento europeo. Le
organizzazioni criminali, in generale, non sono ristrette ai soli confini nazionali, ma si infiltrano nella società a livello internazionale, minacciando i cittadini, le economie e le istituzioni dello Stato».
Per la Sezione internazionale del Premio, il “Gabbiano d’oro” andrà al parlamentare europeo, politico e diplomatico sloveno Ivo Vajgl, attualmente membro della Commissione per gli Affari esteri al Parlamento europeo. Per la Sezione Autori, il “Cristo d'argento”, simbolo del Laboratorio Losardo, andrà allo scrittore calabrese Domenico Gangemi. Per la Sezione Giornalismo, il Premio Losardo sarà attribuito a Valentina Loiero, attualmente capo ufficio stampa del presidente della Camera Laura Boldrini; Carlo Macrì, firma del Corriere della Sera, e Gianfranco Manfredi, esperto di fenomeni criminali, che ha lavorato negli anni ’80 a L’Unità in Calabria e da
inviato in Basilicata, Sicilia e Puglia. Infine, per la Sezione Impegno sociale e Legalità il Premio Losardo andrà al magistrato Michele Prestipino e alla Fondazione “Angelo Vassallo”

 

 

Un supercarcere nuovo per i boss: Bancali inaugura con Totò Riina

E-mail Print PDF

L'Unione Sarda, 7 giu. 2013

Il capo dei capi aveva passato due anni nella cella bunker dell'Asinara

Per Totò Riina si tratta di un ritorno. Aveva infatti trascorso alcuni anni nella cella bunker dell'Asinara prima che l'isola diventasse Parco.

«Occorre fermare immediatamente l'arrivo di Riina e di metà di Cosa Nostra in Sardegna e a Sassari. Bisogna opporsi con tutte le forze a una decisione dissennata che rischia di provocare un danno gravissimo all'Isola sia sul piano sociale, che su quello economico e d'immagine. È un errore sotto ogni punto di vista, tecnico e politico. Significa considerare la Sardegna una colonia dove tutto è consentito».

L'ANNUNCIO Lo ha detto oggi in una conferenza stampa radiofonica su Radiolina, in collegamento da Bruxelles, il professor Pino Arlacchi, esperto internazionale di criminalità organizzata, assieme al deputato Mauro Pili (Pdl) che da tempo sta conducendo una personale battaglia contro la decisione di trasferire in Sardegna centinaia di mafiosi molti dei quali in regime di 41 bis. Pili oggi sarà a Sassari per una visita al nuovo carcere.

L'EUROPARLAMENTARE Arlacchi, una delle massime autorità mondiali in tema di sicurezza, guida l'Associazione per lo studio delle diverse mafie presenti nel mondo, amico dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, tra gli architetti della strategia antimafia italiana negli anni novanta, periodo in cui ha svolto il ruolo di consigliere del ministro degli Interni. Ha redatto il progetto esecutivo della Direzione investigativa antimafia (Dia), agenzia interforze coordinata a livello centrale. Arlacchi, euro deputato del Pd (era stato eletto nelle file dell'Idv) ieri è sceso in campo a sostegno di una mobilitazione bipartisan intrapresa da Pili il quale ha annunciato che «è dato per scontato negli ambienti penitenziari il trasferimento in Sardegna del boss dei boss Totò Riina, che dovrebbe arrivare entro il mese nel carcere di Bancali a Sassari».

Read more...
 

Totò Riina sarà trasferito nel nuovo carcere di Sassari

E-mail Print PDF

 L'annuncio di Pino Arlacchi: «In arrivo 300 mafiosi»

La Nuova Sardegna, 7 giu. 2013

CAGLIARI. «Occorre fermare immediatamente l’arrivo di Riina e di metà di Cosa Nostra in Sardegna e a Sassari. Bisogna opporsi con tutte le forze ad una decisione dissennata che rischia di provocare un danno gravissimo all’isola sia sul piano sociale, che economico e d’immagine. È un errore sotto ogni punto di vista, tecnico e politico. Significa considerare la Sardegna una colonia dove tutto è consentito». Lo ha detto oggi in una conferenza stampa radiofonica su Radiolina in collegamento da Bruxelles il professor Pino Arlacchi, esperto sul contrasto alla mafia, assieme al deputato Mauro Pili (Pdl) da tempo in prima linea nel contrasto della decisione di trasferire in Sardegna oltre 600 mafiosi di cui 300 del regime 41 bis. Arlacchi, una delle massime autorità mondiali in tema di sicurezza umana, presidente dell’Associazione per lo studio della criminalità organizzata, amico dei giudici Falcone e Borsellino, è stato presidente onorario della Fondazione Falcone, tra gli architetti della strategia antimafia italiana negli anni novanta del XX secolo e consigliere del Ministro degli Interni. Ha redatto il progetto esecutivo della DIA, la Direzione investigativa antimafia (Dia), agenzia interforze coordinata a livello centrale.

Read more...
 


Page 8 of 21
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

Featured Articles

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Jul 2019

Rapporto Bachelet: "Dati inventati o grossolanamente esagerati. Operazione contro il Venezuela"

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Jul 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Jul 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata...

Articoli | 14 Jul 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran.   (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Jul 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Jul 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Jul 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 (https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY)   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Jul 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Jul 2019

Libia, l’intervento NATO che bombardò la ragione

Su Il Fatto Quotidiano di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Jul 2019

Newsletter


Chi è Online

We have 257 guests online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info