L’on. Pino Arlacchi incontra i cittadini reggini: Europa, un problema o una risorsa?

E-mail Print PDF

Mnews.it, 20 apr. 2014

Presso la libreria "Culture" di Reggio Calabria, il Movimento RC- Rinnovamento è Crescita, ha organizzato un incontro con l'onorevole Pino Arlacchi, una delle massime autorità mondiali in tema di sicurezza umana, attuale deputato europeo e candidato alle elezioni europee del 2014 con il Partito Democratico nella circoscrizione meridionale.

A moderare l'incontro il dottore Marco Schirripa, di Movimento RC, che ha spiegato perché la scelta sia caduta proprio sull'onorevole Arlacchi per affrontare la tematica: l'Europa, un problema o una risorsa? «Oggi parliamo di elezioni europee. Perché Pino Arlacchi? In base ad un'analisi dei curricula dei candidati alle europee, Arlacchi ci è sembrato quello più adatto, perché è giusto che la parola venga data a chi riesce ad esprimere il meglio nella società».

Pino Arlacchi, originario di Gioia Tauro, è uno studioso che ha dedicato la sua vita alla lotta per la giustizia, è stato Presidente della Fondazione Falcone e dell'associazione mondiale per lo studio della criminalità organizzata. È stato fondatore della DIA, la Direzione Investigativa Antimafia; fino al 2002 è stato Vice-segretario Generale dell'ONU e Direttore Esecutivo dell'Agenzia antidroga e anticrimine delle Nazioni Unite. Nel 2004 ha creato, per conto dell'Unione Europea, l'agenzia antiriciclaggio del Kosovo. Dal 2009 è capo della delegazione italiana e Direttore generale dell'International Forum on Crime and Criminal Law. Nel 2011 ha elaborato assieme al Ministro antidroga della Federazione russa, il piano Arlacchi-Ivanov per l'eliminazione delle colture di oppio in Afghanistan. Nel 2012 è stato nominato consigliere speciale del Primo ministro della Romania per la riforma delle istituzioni della sicurezza.

Il suo lavoro è stato lodato in pubblico e privatamente da personaggi come Papa Giovanni Paolo II, Bill Clinton, Kofi Annan, Nelson Mandela, Putin, Jimmy Carter re della Thailandia, la regina di Svezia e vari premi nobel.

L'onorevole Arlacchi ha preso la parola affermando come «il progetto europeo ha bisogno di modifiche radicali; avevo fiducia nel progetto europeo così come era stato pensato, ma è sceso di qualità negli ultimi tempi in quanto non risponde alle esigenze ed alle aspettative degli italiani». Ha poi proseguito «il 10% della popolazione europea è povera, l'85% è il ceto medio che vede diminuire ogni giorno le sue ricchezze. Cosa fa il Parlamento europeo per migliorare la situazione? È necessario effettuare una politica di rilancio se non si cambia, si corre il rischio che la povertà aumenti» ha dichiarato l'onorevole.

Arlacchi ha continuato affermando come l'attuale sistema europeo non funzioni: «i tre mali sono nazionalismo, disoccupazione e la guerra. Le prime due stanno minando le basi del progetto Europa, in quanto ci sono ancora gli interessi delle singole nazioni». Per quanto riguarda la disoccupazione giovani ha asserito «dobbiamo invertire le politiche sociali. La garanzia giovani è un bel progetto per ridurre la disoccupazione, ma 6 miliardi di euro sono nulla in un continente con 27 milioni di disoccupati, mi batterò perché ne vengano investiti 60 di miliardi, è necessario come non mai fare un piano per ridurre la disoccupazione».

«Bisogna capire che se si fa impoverire il ceto medio, crolla il potere d'acquisto, per questo è necessario aprire un varco nelle aspettative del ceto medio. Se ciò non avverrà gli euroscettici avranno la meglio. In questi cinque anni possiamo affrontare queste sfide e vincerle», ha concluso l'onorevole Pino Arlacchi.

Numerosi i cittadini presenti e molte le domande a cui Arlacchi ha risposto con precisione e disponibilità.


Valentina Raffa

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

Featured Articles

Prev Next

Rapporto Bachelet: "Dati inventati o grossolanamente esagerati. Operazione contro il Venezuela"

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Jul 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Jul 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata...

Articoli | 14 Jul 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran.   (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Jul 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Jul 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Jul 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 (https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY)   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Jul 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Jul 2019

Libia, l’intervento NATO che bombardò la ragione

Su Il Fatto Quotidiano di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Jul 2019

Il Venezuela nella morsa di Trump

In questa riflessione pubblicata stamattina su Il Fatto Quotidiano delineo i possibili sviluppi della situazione in Venezuela, e sottolineo come molto dipenda...

Articoli | 06 Apr 2019

Newsletter


Chi è Online

We have 453 guests online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info