Terni steelworks: saving the industrial site and jobs

E-mail Stampa PDF

22 October 2012

The merger plan between two European stainless steel producers (the Finnish Outokumpu company and the German Inoxum) was intended to deliver benefits to the European industry with the structural change needed to preserve jobs on the two companies' main production sites: Terni in Italy, Tornio in Finland and Krefeld in Germany.

The merger is being investigated by the European Commission, which has identified possible competition problems relating to the joint market share, which would exceed 50%. In order to resolve these problems and approve the merger, the Commission has asked the parties to dispose of some assets. The sale of the Swedish production sites initially seemed to be enough, but on 9 October Outokumpu announced that it wanted to the put the Terni site in Italy up for sale. In addition to the sale, the company has mentioned the possibility of splitting up the site, as it has said that the bright annealing production line (which would be transferred to an Outokumpu group site) and the Tubificio tubular unit at Terni would not be included in the transaction.

An operation of this kind would mean the loss to the European steel industry of a high-value integrated site, completely counter to the objectives of a strong European industrial policy. What is more, splitting up the site could also have a negative impact in terms of finding a potential purchaser.

The Commission is therefore asked to reply to the following questions:

1.    What measures and safeguards does it intend to adopt, including under competition law, to protect the Terni industrial site and to avoid any risk of its sale to parties interested in speculative operations unrelated to the industrial sector in question?

2.    Given that following the expiry of the ECSC Treaty, dealing with the economic and social consequences of developments in the steel industry is one of the Commission's tasks, what measures does it intend to take to protect the thousands of jobs now under threat in the EU?

3.    What is the overall situation concerning the company changes and restructurings underway in the steel sector in the European Union?

E-009606/2012

Question for written answer  to the Commission

Rule 117

Roberta Angelilli (PPE), Gianni Pittella (S&D), Amalia Sartori (PPE), Mario Mauro (PPE), Niccolò Rinaldi (ALDE), Giuseppe Gargani (PPE), Francesco Enrico Speroni (EFD), David-Maria Sassoli (S&D), Lara Comi (PPE), Licia Ronzulli (PPE), Debora Serracchiani (S&D), Clemente Mastella (PPE), Francesco De Angelis (S&D), Antonello Antinoro (PPE), Andrea Zanoni (ALDE), Marco Scurria (PPE), Alfredo Antoniozzi (PPE), Vincenzo Iovine (S&D), Carlo Fidanza (PPE), Salvatore Tatarella (PPE), Gino Trematerra (PPE), Cristiana Muscardini (ECR), Paolo Bartolozzi (PPE), Giovanni La Via (PPE), Vittorio Prodi (S&D), Pino Arlacchi (S&D), Guido Milana (S&D), Potito Salatto (PPE), Paolo De Castro (S&D), Claudio Morganti (EFD), Barbara Matera (PPE), Mario Pirillo (S&D), Crescenzio Rivellini (PPE), Carlo Casini (PPE), Oreste Rossi (EFD), Giancarlo Scottà (EFD), Sergio Paolo Francesco Silvestris (PPE), Andrea Cozzolino (S&D), Iva Zanicchi (PPE), Aldo Patriciello (PPE), Lorenzo Fontana (EFD), Matteo Salvini (EFD), Herbert Dorfmann (PPE), Tiziano Motti (PPE), Alfredo Pallone (PPE), Gabriele Albertini (PPE), Erminia Mazzoni (PPE), Gianluca Susta (S&D), Sergio Gaetano Cofferati (S&D), Rita Borsellino (S&D), Elisabetta Gardini (PPE), Antonio Cancian (PPE), Salvatore Iacolino (PPE), Leonardo Domenici (S&D), Roberto Gualtieri (S&D), Silvia Costa (S&D), Gianni Vattimo (ALDE), Patrizia Toia (S&D), Luigi Berlinguer (S&D), Pier Antonio Panzeri (S&D), Raffaele Baldassarre (PPE), Vito Bonsignore (PPE), Luigi Ciriaco De Mita (PPE), Mara Bizzotto (EFD) and Francesca Balzani (S&D)

[source:www.europarl.europa.eu]

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: "La proposta Tsipras sul taglio del debito non è irrealistica"

Roma, 5 gen. 2015 La proposta Tsipras sul taglio del debito greco non è irrealistica né populistica: è invece l'unica di...

Articoli | 06 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 104 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info