Sahara occidentale, Arlacchi: Rapporto Pe descrive violazioni Marocco

E-mail Stampa PDF

(AGENPARL) - Strasburgo, 23 ott. 2013 - Approvato a grandissima maggioranza dall'Aula di Strasburgo un Rapporto sui diritti umani nella regione del Sahel del Sahara occidentale. «Il Rapporto è esteso e ben dettagliato e descrive le continue violazioni dei diritti umani da parte del Marocco nei territori occupati Saharawi». Lo dichiara in una nota l'europarlamentare PD Pino Arlacchi, relatore ombra socialista di questo Rapporto e Vice-presidente dell'intergruppo sul Western Sahara. «Nel Documento - prosegue Arlacchi - oltre a denunciare la totale mancanza di libertà di associazione e di espressione, i deputati europei chiedono la liberazione immediata dei prigionieri politici saharawi. Esprimono inoltre rammarico per il fatto che le Nazioni Unite non siano ancora riuscite a stabilire un meccanismo indipendente e credibile per il controllo dei diritti umani, e ricordano il respingimento da parte del governo marocchino di una delegazione di parlamentari europei volta a verificare la situazione dei territori occupati».

«Il Sahara occidentale è l'ultima colonia rimasta in Africa. La popolazione Saharawi ha una dignità straordinaria, un livello di scolarizzazione molto elevato e una leadership politica di grande livello. Il diritto all'autodeterminazione del popolo saharawi é riconosciuto dai maggiori organismi internazionali e il Marocco sta subendo un isolamento diplomatico sempre più massiccio che speriamo porti presto all'organizzazione di un referendum affinché la popolazione sia finalmente libera di decidere il proprio futuro». «Il provvedimento approvato dal Parlamento è un altro importante passo in avanti a favore dell'indipendenza del Western Sahara ed è la dimostrazione che l'attenzione internazionale nei confronti di questa situazione sta cambiando rapidamente e nella direzione auspicata. Favorire e supportare una soluzione pacifica di questo conflitto é l'unica strada possibile, e il Parlamento e Europeo si é dimostrato all'altezza del suo compito», conclude l'eurodeputato.
 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

I luoghi comuni sui migranti

 La Repubblica, 31 agosto 2017 Lettera al Direttore CARO direttore, mi permetto di dissentire dalle critiche alla sinistra italiana avanzate martedì dal...

Articoli | 06 Set 2017

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 1188 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info