Attentato Brindisi, Arlacchi: "Chiaro che non era mafia"

E-mail Print PDF

(ANSA) - Roma, 7 giu. 2012 - "La notizia che l'autore dell'attentato di Brindisi sarebbe uno squilibrato che ha agito per vendetta non piacerà ai dietrologi e i mafiologi della domenica spuntati come funghi pochi minuti dopo la notizia. Ma non occorreva essere dei geni per capire che le bombole di gas esplose davanti alla scuola non c'entravano nulla con la mafia, il terrorismo, i servizi deviati e la strategia della tensione", dichiara in una nota Pino Arlacchi, responsabile sicurezza internazionale del PD. "Chi si è permesso, come il sottoscritto - aggiunge - di far rilevare che mancava ogni traccia in grado di far risalire l'attentato di Brindisi alla Sacra Corona Unita, a Cosa Nostra o alla P3, e che c'era quindi da aspettarsi una rapida individuazione dell'autore, è stato redarguito e commiserato".

"Tra le massime autorità - dice ancora Arlacchi - solo il capo della polizia, Antonio Manganelli ha subito dichiarato che le modalità dell'attentato non erano mafiose né terroristiche, e le indagini avrebbero seguito il loro normale corso induttivo senza partire a caccia di farfalle. Si è prodotta una paura immotivata nella gente, esagerando al massimo l' accaduto, paragonandolo a una "nuova Capaci". Per fortuna che non si è evocato l'11 settembre". "Un paese davvero civile, guidato da una elite responsabile - prosegue Arlacchi - non reagisce in modo così scomposto. A Brindisi è avvenuto un crimine odioso, feroce, in una scuola nella quale potevano esserci anche i nostri figli. Ma non è crollato il Paese. Comprendo le necessità dell'industria mediatica che ha bisogno di lacrime e sangue per rimpinguare le casse, ma il dovere di una classe dirigente di fronte a un lutto collettivo non è quello di cavalcare la paura - conclude - ma di instillare sicurezza, impegnarsi per prevenire, combattere e ridurre le sorgenti della violenza e dell' angoscia".

 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

Featured Articles

Prev Next

L'Eredità di Giovanni Falcone ed i rischi del presente

L'Antidiplomatico 23 Maggio 2020   “Potrei fare a meno di tanti colleghi, ma non potrei mfare a meno di Pino Arlacchi” Giovanni Falcone Il...

Articoli | 23 May 2020

Ora attenti a questa Finanza predatoria

Il Fatto Quotidiano 21 Maggio 2020 Lo scenario di queste settimane richiama per certi versi quello del “golpe dello spread” che...

Articoli | 21 May 2020

"Dietro l'aggressione imperiale contro il Venezuela c'è un racket mafioso

L'Antidiplomatico 12 Maggio 2020 L’ ultima aggressione al Venezuela, la sesta in due anni, è appena fallita. Gli Stati Uniti hanno...

Articoli | 13 May 2020

Gli Stati Uniti dal governo mondiale alla protezione mafiosa

La Fionda, 7 Maggio 2020 In questi tempi arroventati, si cercano i precedenti della crisi attuale e si discute molto, perciò,...

Articoli | 10 May 2020

Conte difende il nostro paese dai figli di Troika

Il Fatto Quotidiano, 7 Maggio 2020 In questi tempi di fuoco, l’unico uomo di governo che pare aver capito qual è...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi all'Antidiplomatico: "Un Piano B prima che la finanza predatoria colpisca l'Italia"

L'Antidiplomatico, 25 Aprile 2020 Professore, come commenta l’ accordo del Consiglio Europeo dell’ altro ieri che ratifica le conclusioni dell’ Eurogruppo...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi - Il nuovo ordine mondiale (che non ci sarà)

L'Antidiplomatico, 24 Aprile 2020 Circola una retorica sensazionalista che vede la sindrome del Coronavirus come una svolta radicale della storia moderna:...

Articoli | 10 May 2020

L’anomalia italiana è la Lombardia

Il Fatto Quotidiano, 9 Aprile 2020 L’anomalia dell’alto numero di decessi italiani per coronavirus rispetto a quelli del resto del mondo...

Articoli | 10 May 2020

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana"

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana

Il Periodista, 1 Aprile 2020 di Ruggero Tantulli. Il Periodista ha chiesto a Pino Arlacchi, ex vicesegretario dell'Onu e architetto della...

Articoli | 10 May 2020

Cina e Stati Uniti: la grande sfida alla pandemia mondiale

Il Fatto Quotidiano, 30 Marzo 2020 Pechino ha preso il problema per le corna, scegliendo la guerra al Covid. Una decisione...

Articoli | 10 May 2020

Newsletter


Chi è Online

We have 263 guests online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info