Vacche intoccabili a Cotronei

E-mail Print PDF

L'eurodeputato Arlacchi si attiva presso l'Ue per fronteggiare l'arroganza degli allevatori

Il Quotidiano della Calabria, 5 giu. 2011

di Giacinto Carvelli

COTRONEI - Non c’è pace tra gli ulivi (ma neanche negli altri terreni coltivati), da qualche anno, a Cotronei, popoloso comune del Marchesato crotonese. Le ragioni stanno nel fatto che alcuni allevatori, infischiandosene di divieti e di leggi, continuo a reiterare un reato che, se in altre parti d’Italia sembra ormai in disuso, a Cotronei, ed in particolare nella zona di Rivioti, sembra non sia possibile estirpare: il pascolo abusivo. I proprietari di fondi agricoli della zona, sono letteralmente esasperati, visto che capre, pecore, vacche ed altri animali invadono i loro fondi facendo razzia e provocando loro ingenti danni. Una situazione, questa, che è a conoscenza di tutte le autorità preposte, ma nonostante tutto, non si riesce a risolvere, con la conseguenza che l’esasperazione spesso trascende in liti che, in qualche occasione, solo per poco non sono sfociate in tragedie. Provate tutte le strade che prevede la legislazione nazionale, adesso gli allevatori si rivolgono all’Europa. In una sua recente visita a Cotronei, l'eurodeputato Pd per l'Italia del Sud, Pino Arlacchi, si è fatto carico del problema proponendo un’apposita interpellanza.

«La prepotenza di un paio di piccoli delinquenti che fanno scorazzare il loro bestiame distruggendo diritti e cose altrui nel territorio di Cotronei, in provincia di Crotone, deve cessare - scrive Arlacchi - Così come deve cessare l'impunità garantita loro, da oltre un decennio, dalle autorità locali di pubblica sicurezza che continuano a ignorare le decine di petizioni, proteste e denunce di singoli cittadini e del Consiglio comunale di Cotronei che si sono accumulate nel tempo. Si tratta - scrive ancora Arlacchi - di oltre un migliaio di capi di bestiame diventati intoccabili perchè proprietà di allevatori violenti, pronti a minacciare e colpire i danneggiati perchè certi dell'inazione delle forze dell'ordine e dell'intero concerto istituzionale, dalle Asl alle Guardie forestali, fino agli assessorati regionali e all'Unione Europea». L’eurodeputato di origine calabrese, poi, indica anche i responsabili di questa che a Cotronei è divenuta, nel tempo, una vera e propria piaga. «Uno degli aspetti - scrive ancora Arlacchi -più rivoltanti della faccenda è costituito dal fatto che i tre o quattro allevatori paramafiosi di Petilia Policastro, un comune confinante con Cotronei, proprietari delle vacche sacre ricevono contributi europei tramite l'Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura senza che nessuno abbia mosso un dito per farglieli sospendere e restituire. In altri luoghi la parola fine a simili episodi è stata messa da cittadini esasperati che si sono fatti giustizia da sè, uccidendo o avvelenando il bestiame della malavita. I cittadini di Cotronei però non sono cowboys». Località Rivioti, infatti, si trova proprio al confine tra i territori di Cotronei e di Petilia Policastro. «Nei prossimi giorni - conclude l'eurodeputato - mi attiverò presso l'Unione europea per far intervenire d'urgenza l'Olaf, il servizio di repressione degli abusi dei fondi europei, e andrò dal Prefetto di Crotone a chiedere conto dei comportamenti delle forze dell'ordine riguardo all'intera questione ». Sentito in merito, il neo sindaco di Cotronei, Nicola Belcastro, ha sottolineato la gravità del problema e l’esistenza di almeno una decina di ordinanze sul tema che non sono state mai applicate. «Dedicheremo al pascolo abusivo - ha concluso Belcastro - il prossimo consiglio comunale, invitando parlamentari nazionali, deputati regionali ed abbiamo chiesto allo stesso Arlacchi di partecipare».

Il Quotidiano della Calabria

 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

Featured Articles

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Jul 2019

Rapporto Bachelet: "Dati inventati o grossolanamente esagerati. Operazione contro il Venezuela"

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Jul 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Jul 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata...

Articoli | 14 Jul 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran.   (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Jul 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Jul 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Jul 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 (https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY)   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Jul 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Jul 2019

Libia, l’intervento NATO che bombardò la ragione

Su Il Fatto Quotidiano di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Jul 2019

Newsletter


Chi è Online

We have 249 guests online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info