Home »
Rassegna Stampa


Siria, Arlacchi a Radio 24: "L'Ue è il più grande ente che fornisce aiuti umanitari nel mondo"

E-mail Print PDF

9 sett. 2013

Siria, "La Unione europea è il maggiore donatore di assistenza ai rifugiati siriani, sia in Siria che nei paesi vicini". L'eurodeputato PD Pino Arlacchi al programma Euranetplus condotto da Gigi Donelli, lamenta: "Le azioni militari Usa lasciano a noi i cocci".

Segui l'intervista nel corso del programma "Euranetplu"s condotto da Gigi Donelli, 9 sett. 2013

 

 

Siria, l'approfondimento di Pino Arlacchi a Radio Base

E-mail Print PDF

4 set. 2013, Radio Base, intervista di Antonio Ioele

Pino Arlacchi: "(...) Al Pe c'è stata un'ampia discussione nella Commissione esteri  dove nessun deputato è intervenuto sostenendo le ragioni dell'uso della forza. Quasi tutti gli interventi sono stati contrari e questo senza distinzione di partito (...). C'è una grande maggioranza del Pe schierata contro questo intervento anche per le ripercussioni a lungo termine che può avere: può destabilizzare l'intero Medio Oriente, può fare entrare in campo le grandi potenze in maniera ostile, e può determinare un numero di vittime semplicemente inconcepibile per una Unione Europea che ha appena ricevuto il Nobel della pace."

 

Siria, Arlacchi a Radio24: "La storia pesa sulla posizione dell'Europa"

E-mail Print PDF

Divisi sulla Siria, gli Stati europei fanno i conti con gli interessi delle ex-potenze coloniali. Pino Arlacchi, PE e membro della Commissione Esteri, analizza la crisi siriana in prospettiva europea.

Ascolta l'intervista in onda su "Europa 24" condotto da Gigi Donelli, 29 ago. 2013

 

Siria: "europarlamentari, non permettiamo stessi errori Iraq"

E-mail Print PDF

(ANSA) - Bruxelles, 28 Ago 13 - Esistono "seri indizi che le armi chimiche possano essere state usate dai ribelli" e "l'intervento armato si un gruppo di Paesi senza autorizzazione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu (...) è privo di fondamento legale ed è una replica dell'attacco all'Iraq del 2003". Lo sottolineano in una nota gli eurodeputati Pino Arlacchi (S&D), Susy De Martini (Ecr, il gruppo conservatore) e Ivo Vajgl (sloveno del gruppo liberal-democratico Alde). I tre parlamentari definiscono "assai poco plausibile che Assad abbia fatto uso di armi chimiche proprio nei giorni in cui erano in arrivo gli ispettori dell'Onu". Facendo riferiemnto all'audizione a porte chiuse del segretario generale del servizio diplomatico europeo, Pierre Vimonti, che si e' tenuta oggi davanti alla Commissione Esteri del Parlamento europeo, i tre deputati affermano che "dalla riunione odierna è apparso chiaro come larga parte dei parlamentari europei presenti in Commissione Esteri non siano favorevoli a un intervento militare in Siria privo di evidenze sicure sui fatti e privo di basi legali".

 

Roghi tossici, patto tra le istituzioni

E-mail Print PDF

Frattaminore, Aula Consiliare gremita per il convegno sui temi dell'ambiente e della salute con Pino Arlacchi e Don Patriciello.

Le Cronache di Napoli, 15 lug. 2013

Articolo di Ciro Giugliano

FRATTAMINORE - Grande partecipazione al dibattito pubblico con cittadini e associazioni su “Ambiente e Salute. Tra roghi tossici e discariche pericolose: quali i compiti dai Comuni all’Europa?”. L’incontro è stato moderato dall’assessore all’Ambiente Paolo Di Lauro e ha visto gli interventi di Antonio Marfella, oncologo dell’Istituto Pascale, padre Maurizio Patriciello, parroco della parrocchia di San Paolo al parco Verde di Caivano, il sindaco Vincenzo Caso e l’europarlamentare Pino Arlacchi.

Read more...
 

Calabria: Arlacchi, "Fondi europei spesi male, si dia gestione ai comuni"

E-mail Print PDF

Reggio Calabria, 7 lug. 2013 (Adnkronos) - Intervista di Annalia Incoronato

Se i fondi europei a disposizione della Calabria venissero spesi tutti bene, ''si potrebbero creare quattrocentomila posti di lavoro e la regione ridurrebbe di due terzi il numero di disoccupati''. Ne e' convinto Pino Arlacchi, europarlamentare del Pd che ha avanzato di recente una proposta al fine di utilizzare meglio le risorse europee, ovvero fare gestire i fondi direttamente ai Comuni. ''Le regioni continuerebbero a occuparsi dei grandi progetti, ma quelli piu' piccoli potrebbero essere gestiti direttamente dai Comuni'', spiega all'Adnkronos. La Calabria, insieme alla Campania e alla Sicilia ''e' tra le regioni che non spendono bene i fondi'', lamenta Arlacchi. ''Oggi la Calabria - prosegue - e' una regione povera. Non poverissima perche' sono entrati in Europa paesi come la Romania che stanno peggio ma certamente e' la piu' povera dei paesi ricchi''. Per questo dovrebbe spendere meglio le risorse europee. La causa di tale inefficienza, secondo il parlamentare europeo, e' la burocrazia. ''Gli uffici di progettazione e pianificazione, la spesa dei fondi sono organizzati male, indifferenti alle esigenze del territorio''.

Read more...
 

Arlacchi si schiera con De Masi:"Esempio di una Calabria migliore"

E-mail Print PDF

Il Quotidiano della Calabria, 6 lug. 2013

di Michele Albanese

«Avere il coraggio di non piegarsi alle mille forme di illegalità e di andare avanti per costruire un futuro migliore per la propria terra non è facile. Ecco perché occorre prendere esempio da chi ne è capace e soprattutto cercare di sostenerlo nelle sue battaglie».

Per Pino Arlacchi, eurodeputato Pd, tra i massimi esperti di criminalità, nato a Gioia Tauro, l'impegno dell'imprenditore Nino De Masi «ha un valore europeo. È una storia che va raccontata ed è per questo che l'ho invitato a Bruxelles».

Nino De Masi - lo ricordiamo - ha annunciato la chiusura della propria azienda per il 10 luglio, non potendo accedere ai fondi antiusura, nonostante le numerose sentenze del Tar e del Consiglio di Stato a lui favorevoli, a causa delle lungaggini burocratiche e dell'ostruzionismo manifestato dalle banche.

Read more...
 

Usura: De Masi lascia; Arlacchi, inaccettabile no a fondi

E-mail Print PDF

(Ansa) - Gioia Tauro (Reggio Calabria), 3 lug.2013 - ''Denuncio con fermezza quanto sta accadendo ad Antonino De Masi. Non possiamo tollerare che un onesto imprenditore che lotta contro la criminalita' organizzata, che lavora e crea posti di lavoro in un contesto difficile come quello calabrese, debba chiudere l'azienda perche' il sistema bancario e l'insensibilita' delle istituzioni, gli negano l'erogazione dei fondi antiusura''. Lo afferma, in una nota, l'europarlamentare Pd Pino Arlacchi.

Read more...
 

Mezzogiorno e fondi europei: Pino Arlacchi a RegionEuropa

E-mail Print PDF

RegionEuropa, 30 giu. 2013, servizio di Dario Carella

Pino Arlacchi: «Abbiamo avuto dati terrificanti sulla non spesa dei fondi europei da parte della Calabria, Sicilia e Campania dove, a un anno dalla chiusura della programmazione, l'80% dei fondi arrivati dalla Ue non sono stati spesi. Il dato della Puglia è meno disastroso ma non è sicuramente entusiasmante perché in altri paesi europei il dato di spesa dei fondi è l'80-90 per cento [...]»

 

Fallimento magno greco

E-mail Print PDF

Corriere della Calabria, 4 luglio 2013

Progetto Magna Graecia, Arlacchi: "La Regione? Nemmeno un euro"

Intervista di Antonio Ricchio

Pino Arlacchi, lei è un eurodeputato calabrese. Che idea si è fatto della decisione assunta da governo e Commissione europea di istituire una task-force per sovraintendere alla spesa dei fondi comunitari destinati alla Calabria? Si potrebbe dire che l’inversione di rotta promessa dal centrodestra dopo la vittoria alle regionali del 2010 è rimasta solo un annuncio...
«È evidente che siamo in una situazione quasi disastrosa. Basti pensare che la Calabria riesce a spendere soltanto il 20% dei fondi che arrivano da Bruxelles rispetto a una media nazionale pari al 50%. Mancano i progetti e sono completamente assenti le Istituzioni, a cominciare dalle amministrazioni locali fino a quella regionale, senza escludere le università ed altri attori che potrebbero dare un contributo notevole. Nel Meridione, solo Puglia e Basilicata riescono a garantire una capacità di spesa quasi pari a quella delle regioni settentrionali. E nonostante tutto la Commissione europea ha deciso di riconfermare, anche per regioni come Calabria, Campania e Sicilia, la stessa cifra per la prossima programmazione, quella 2014-2020».

Read more...
 


Page 18 of 64
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

Featured Articles

Prev Next

L'Eredità di Giovanni Falcone ed i rischi del presente

L'Antidiplomatico 23 Maggio 2020   “Potrei fare a meno di tanti colleghi, ma non potrei mfare a meno di Pino Arlacchi” Giovanni Falcone Il...

Articoli | 23 May 2020

Ora attenti a questa Finanza predatoria

Il Fatto Quotidiano 21 Maggio 2020 Lo scenario di queste settimane richiama per certi versi quello del “golpe dello spread” che...

Articoli | 21 May 2020

"Dietro l'aggressione imperiale contro il Venezuela c'è un racket mafioso

L'Antidiplomatico 12 Maggio 2020 L’ ultima aggressione al Venezuela, la sesta in due anni, è appena fallita. Gli Stati Uniti hanno...

Articoli | 13 May 2020

Gli Stati Uniti dal governo mondiale alla protezione mafiosa

La Fionda, 7 Maggio 2020 In questi tempi arroventati, si cercano i precedenti della crisi attuale e si discute molto, perciò,...

Articoli | 10 May 2020

Conte difende il nostro paese dai figli di Troika

Il Fatto Quotidiano, 7 Maggio 2020 In questi tempi di fuoco, l’unico uomo di governo che pare aver capito qual è...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi all'Antidiplomatico: "Un Piano B prima che la finanza predatoria colpisca l'Italia"

L'Antidiplomatico, 25 Aprile 2020 Professore, come commenta l’ accordo del Consiglio Europeo dell’ altro ieri che ratifica le conclusioni dell’ Eurogruppo...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi - Il nuovo ordine mondiale (che non ci sarà)

L'Antidiplomatico, 24 Aprile 2020 Circola una retorica sensazionalista che vede la sindrome del Coronavirus come una svolta radicale della storia moderna:...

Articoli | 10 May 2020

L’anomalia italiana è la Lombardia

Il Fatto Quotidiano, 9 Aprile 2020 L’anomalia dell’alto numero di decessi italiani per coronavirus rispetto a quelli del resto del mondo...

Articoli | 10 May 2020

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana"

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana

Il Periodista, 1 Aprile 2020 di Ruggero Tantulli. Il Periodista ha chiesto a Pino Arlacchi, ex vicesegretario dell'Onu e architetto della...

Articoli | 10 May 2020

Cina e Stati Uniti: la grande sfida alla pandemia mondiale

Il Fatto Quotidiano, 30 Marzo 2020 Pechino ha preso il problema per le corna, scegliendo la guerra al Covid. Una decisione...

Articoli | 10 May 2020

Newsletter


Chi è Online

We have 452 guests online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info