Home »
Stati Generali del Porto di Gioia Tauro

Stati Generali del Porto di Gioia Tauro

Anche quest'anno, a Gioia Tauro si sono svolti gli Stati Generali del Porto.
Ho promosso questa iniziativa insieme ai Sindaci di Gioia Tauro, Renato Bellofiore, di Rosarno, Elisabetta Tripodi, di San Ferdinando, Domenico Madafferi per fare il punto sulla situazione dello scalo calabrese, e per dare cercare di avviare una sinergia tra istituzioni locali e regionali, parti sociali, imprese di settore, forze dell’ordine, rappresentanti della società civile. In questa sezione sono disponibili notizie e interviste realizzate nel corso della seconda edizione (che si è svolta il 13 dicembre 2013), e della prima (13 e 14 settembre 2012). Sempre in questa sezione è possibile leggere informazioni su tavoli tecnici e incontri a Bruxelles riguardanti la situazione del Porto.



Porto di Gioia Tauro questione nazionale

E-mail Stampa PDF

Calabria Ora, 17 sett. 2012 (ed. Reggio Calabria e provincia)
di Sandro Principe

Porto di Gioia, prioritaria questione nazionale
La questione Gioia Tauro è importante e delicatissima per la Calabria e per l'Italia e merita, pertanto, di vedere intraprese iniziative
serie nelle sedi istituzionali. Gioia Tauro rappresenta, infatti, un'eccellenza per la nostra regione ed è necessario che il Governo
centrale e quello regionale assumano posizioni chiare, nette e impegnative al riguardo.
Il porto di Gioia Tauro deve essere riconosciuto, una buona volta per tutte, come punto di riferimento dell'Italia e dell'Europa per
il traffico merci che attraversa il Mediterraneo, in modo particolare quello proveniente dall'Estremo Oriente, perchè il Mar Mediterraneo ha ritrovato una sua centralità nei traffici commerciali marittimi.
In questo nuovo scenario il porto di Gioia Tauro può e deve diventare la porta d'Oriente dell'Europa per i Paesi dell'Estremo Oriente
e per quelli del continente africano. Ovviamente, affinché ciò si realizzi la nostra regione deve essere dotata di infrastrutture adeguate e moderne, a livello stradale e ferroviario.

Leggi tutto...
 

Gioia Tauro: l'eurodeputato Arlacchi promuove Stati Generali del Porto

E-mail Stampa PDF

Arlacchi: "Il porto è la chiave di volta per lo sviluppo della Calabria"

Tgr Rai Calabria, 14 sett. 2012

di Karen Sarlo

 

San Ferdinando - Conclusi gli Stati Generali del Porto

E-mail Stampa PDF

PianaInforma.it, 15 sett. 2012

di Luigi Mamone

San Ferdinando gli STATI GENERALI DEL PORTO organizzati dal Deputato Europeo Pino Arlacchi. Al nostro microfono: Giovanni Grimaldi Pres. Porto Gioia Tauro, Arcangelo Badolati della Gazzetta del Sud, Antonella Freno, Francesco Verderami del Corriere della Sera, Domenico Madafferi sindaco di San Ferdinando, Renato Bellofiore sindaco di Gioia Tauro e Pino Arlacchi.

 

Porti: a Gioia Stati Generali su problemi e soluzioni

E-mail Stampa PDF

Promossi da Arlacchi e Comuni. Grimaldi: "Aumento volumi traffico"

(ANSA) - Gioia Tauro (RC), 14 sett. 2012 - ''Questo non e' un convegno sul porto ma un incontro che mette insieme tutti gli attori protagonisti, istituzionali e privati, che lavorano sul porto. E' un incontro democratico per dar conto delle problematiche del porto e per cercare di trovare soluzioni per il suo futuro''. Lo ha detto l'europarlamentare del Pd Pino Arlacchi aprendo i lavori degli stati generali del porto di Gioia Tauro promossa da lui in collaborazione con le amministrazioni comunali di Gioia Tauro e San Ferdinando.

La prima sessione dei lavori e' stata incentrata sul tema ''Il porto di Gioia Tauro nel contesto globale, nazionale e regionale''.

Leggi tutto...
 

Porti: Stati Generali Gioia; Stasi: "Sostenere Zona Speciale"

E-mail Stampa PDF

Confronto tra forze sociali e sindacati su prospettive

(ANSA) - Gioia Tauro (RC), 14 sett. 2012 - ''Per capire il mancato sviluppo del porto di Gioia Tauro ci vorrebbe uno studioso di ermeneutica, perche' tante sono state le occasioni e gli approfondimenti intorno al porto che si sono svolti negli ultimi 15 anni''. Lo ha sostenuto il presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, Lucio Dattola, aprendo la seconda sessione di lavori degli Stati generali del porto di Gioia Tauro, incentrata sul contributo delle forze sociali, delle organizzazioni sindacali, dei rappresentanti del territorio compreso quello della diocesi di Oppido-Palmi.

Dattola ha quindi ricordato la creazione della societa' di gestione dell'interporto che, ha ricordato, ''e' stata abbattuta dalle polemiche, a volte di stampo campanilistico, che si sono sviluppate sull'iniziativa che aveva anticipato anche i temi odierni''. Dattola ha infine ricordato di non avere partecipato per oltre un anno e mezzo alla riunione del comitato portuale proprio perche' oggi il comitato ''gestisce solo l'ordinario''. Infine, dopo aver dato atto alla Regione di aver fatto cose concrete sul porto, ha sottolineato che comunque su progetti seri la Camera di Commercio e Unioncamere Calabria sono della partita.

Nel dibattito sono intervenuti anche i rappresentanti sindacali Annibale Fiorenza della Fit Cisl, Francesco Cozzucoli dell'Ugl Mare, Giuseppe Rizzo della Uil Trasporti e Carmelo Cozza del Sul. Tutti hanno sottolineato l'importanza dell'iniziativa assunta dall'europarlamentare del Pd Pino Arlacchi e, in particolare, Cozza ha chiesto ''un soggetto unico per la gestione delle aree industriali del retroporto''.

Leggi tutto...
 

Attenzione della magistratura su Gioia Tauro

E-mail Stampa PDF

«Porto grande occasione per le 'ndrine»

Il Quotidiano della Calabria.it, 15 sett. 2012

L'analisi del procuratore di palmi, Giuseppe Creazzo, e del sostituto Michele Prestipino sulla situazione nell'importante scalo. Evidenziato che i rischi di infiltrazione della 'ndrangheta nel porto non sono debellati. «Oggi operano aziende che hanno stipulato patti collusivi con aziende lecite»

GIOIA TAURO (Reggio Calabria) - I rischi di infiltrazione della 'ndrangheta nel porto di Gioia Tauro non sono debellati. È quanto emerso dalla seconda giornata degli Stati generali del porto promossi dall’europarlamentare del Pd Pino Arlacchi in collaborazione con le amministrazioni comunali di Gioia Tauro e San Ferdinando. Al dibattito, tra gli altri, hanno partecipato il prefetto di Reggio Calabria Vittorio Piscitelli, il procuratore della Repubblica di Palmi Giuseppe Creazzo ed il procuratore aggiunto della Dda di Reggio Calabria Michele Prestipino. «Il porto – ha detto Creazzo – sorge in uno dei territori a più alta densità mafiosa e le cosche sono riuscite ad accaparrarsi i lavori dei subappalti sin dalla costruzione grazie anche all’appoggio di parte della politica. E se prima le aziende erano direttamente mafiose, oggi, come hanno dimostrato numerose inchieste, operano aziende che hanno stipulato patti collusivi con aziende lecite. Il porto quindi è una grande occasione per le famiglie di 'ndrangheta di accaparrarsi imprese pulite». Creazzo ha ricordato che solo negli ultimi anni la Procura di Palmi ha avviato 145 indagini su notizie di reato. Infine ha sottolineato che comunque le attività di controllo sono efficaci e danno risultati investigativi importanti.

Leggi tutto...
 

Arlacchi promuove gli Stati Generali del Porto

E-mail Stampa PDF

NuovaCosenza.com, 14 sett. 2012

"Questo non é un convegno sul porto ma un incontro che mette insieme tutti gli attori protagonisti, istituzionali e privati, che lavorano sul porto. E' un incontro democratico per dar conto delle problematiche del porto e per cercare di trovare soluzioni per il suo futuro". Lo ha detto l'europarlamentare del Pd Pino Arlacchi aprendo i lavori degli stati generali del porto di Gioia Tauro promossa da lui in collaborazione con le amministrazioni comunali di Gioia Tauro e San Ferdinando. La prima sessione dei lavori è stata incentrata sul tema "Il porto di Gioia Tauro nel contesto globale, nazionale e regionale". Arlacchi ha stigmatizzato alcuni titoli che ha definito "masochisti" sul porto utilizzati dai media, "il porto della mafia" o "della cocaina", sottolineando che "lo scalo calabrese non è un porto perduto nelle mani della 'ndrangheta, ma che qui esistono condizioni di security che danno garanzia di legalita'". L'europarlamentare ha anche denunciato l'assenza del governo nazionale che "si è dimostrato insensibile verso un suo stesso importante investimento. I nostri tentativi di coinvolgere il governo non sono andati a buon fine e ciò dimostra che c'é una insensibilità verso il Mezzogiorno e la Calabria. Se Gioia Tauro non entra nella contrattazione tra l'Italia e gli altri Paesi non si va da nessuna parte. La vera sfida dello sviluppo è lo sviluppo del retroporto e la sua crescita non è in concorrenza con gli altri scali del sud Italia".

Leggi tutto...
 

Porto di Gioia, Arlacchi: «È ora di fare squadra»

E-mail Stampa PDF

Calabria Ora, Ed. Catanzaro 14 sett. 2012

di Francesco Russo

L'eurocleputato Pd presenta gli Stati generali e critica il governo

GIOIA TAURO «Il Governo nazionale dimostra ancora una volta la sua scarsa attenzione nei confronti della Calabria
e del porto di Gioia Tauro». Nel presentare gli "Stati generali del porto", la due giorni di approfondimento da lui ideata che si terrà da questa mattina nella Piana, l'eurodeputato del Pd Pino Arlacchi punta soprattutto sulla «fase propositiva», parlando di un «ampio confronto con tutti gli attori interessati per superare le polemiche del passato ed aprire una nuova pagina di sviluppo per il porto e la Calabria».

Leggi tutto...
 

Gioia Tauro - Al via gli Stati Generali del Porto

E-mail Stampa PDF

Piana Informa.it, 14 sett. 2012

Aperti i lavori degli Stati generali del Porto. La prima sessione si è svolta presso la Sala Fallara del Comune di Gioia Tauro alla presenza di numerose autorità. Al nostro microfono il Deputato Europeo Pino Arlacchi e Renato Bellofiore Sindaco di Gioia Tauro.

 

Pioggia di fondi per il transhipment

E-mail Stampa PDF

Al Parlamento europeo si è discusso del rilancio del porto di Gioia Tauro - Si punta alla creazione di una rete di servizi interportuali nell’area meridionale.

Il Quotidiano della Calabria, 27 apr. 2012

Bruxelles – Pienamente riuscita l’iniziativa messa in cantiere ieri nella sede del Parlamento europeo dall’europarlamentare Pino Arlacchi.
E non solo per la presenza di tutti i soggetti direttamente coinvolti nella programmazione del rilancio del porto, delle attività intermodali e di logistica. Oltre ad Arlacchi e alla vicepresidente della Giunta Regionale Antonella Stasi, al segretario generale dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro Salvatore Silvestri, al presidente dell’Interporto di Bari Davide Degennaro, al presidente della provincia Giuseppe Raffa, ai sindaci di San Ferdinando Domenico Madafferi e di Gioia Tauro Renato Bellofiore, erano presenti anche l’Ad di Contship Italia Nereo Marcucci, l’Ad di Ico Blg Francesco De Bonis, l’Ad di MedCenter Domenico Bagalà, i funzionari di Rfi e della Comunità europea.

Leggi tutto...
 


Pagina 2 di 3
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

I luoghi comuni sui migranti

 La Repubblica, 31 agosto 2017 Lettera al Direttore CARO direttore, mi permetto di dissentire dalle critiche alla sinistra italiana avanzate martedì dal...

Articoli | 06 Set 2017

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 397 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info